Home CasamicciolaNews Cronaca Caro estinto e fermo posta mortuario al camposanto di Casamicciola
15 | 10 | 2019
Isole News
Piemonte News
Friuli Venezia Giulia News
Trentino AltoAdige News
Abruzzo News
Umbria News
Liguria News
Lombardia News
Toscana News
Veneto News
Emilia Romagna News
Marche News
Campania News
Lazio News
Puglia News
World News
Ricerche Storiche
Annunci Gratuiti
Music Story
OnLine
 1763 visitatori online
Web Link
Newsflash Napoli

Napoli: Serie b2 maschile girone g

Esordio vincente per il Rione Terra Pozzuoli Volley che espugna il campo della Virtus Tricase Volley nella prima di campionato di serie B2. La squadra di coach Costantino Cirillo è stata fin dall'inizio attenta e non ha lasciato scampo agli avversari determinata di centrare il successo. L'1-3 come risultato finale lascia ben intendere cosa i gialloblù hanno speso sul parquet in terra pugliese. Il primo set è equilibrato con il Rione Terra che riesce a mettere a terra nel finale i punti decisivi vincendolo per 21-25.

Newsflash Ischia

Ischia: Per la prima volta all'isola d'ischia il servizio di Ischiawifi internet e telefonia Voip 24/24. Call Center 19301328

Ischia Wifi è un servizio di connettività Internet e telefonia VoIP, messo a disposizione dell’utenza tramite WADSL (Wireless ADSL). L'azienda nasce da un accurato studio ed esperienza del mercato wireless in tutti i suoi aspetti più ragionevolmente conosciuti come la diffusione di Internet ad alta velocità (banda larga) in ambienti circoscritti che siano aperti, come valli, comuni o intere città, oppure per ambiti più ristretti come piazze, locali, attività ricettive e commerciali fino ad arrivare a fornire un servizio di tipo residenziale con inclusa telefonia VoIP.

Newsflash Capri

Capri: Capri watch, domani a Napoli cocktail con Veronica Maya per Millefiori triplo brindisi per il brand che inaugura cosi' il primo flagship store partenopeo

Triplo brindisi per Capri Watch domani sera a Napoli con Veronica Maya, testimonial femminile del brand e madrina dell’evento con cui l’azienda di orologeria glamour in un colpo solo festeggerà con i suoi fedelissimi il Natale ormai alle porte, certo, ma anche due eventi molto attesi da tutti i suoi fan: l’inaugurazione del primo flagship store partenopeo, in piena via Filangieri, e la presentazione in anteprima della nuovissima collezione “Millefiori” con cui l’azienda intende accompagnare le ore dei trend addicted internazionali per tutto il 2015.

Newsflash Casamicciola

Casamicciola: Sabato 5 luglio 2014 alle ore 11 al Capricho de Calise in Piazza Marina di Casamicciola Terme, su invito del Sindaco Giovan Battista Castagna

si incontreranno i Sindaci dei Comuni delle isole Ischia,Procida e Capri
ed il Sindaco di Napoli, nella qualità di prossimo Sindaco dell’Area Metropolitana,
per confrontarsi sul da farsi per dare assetto e dignità al trasporto marittimo.

Newsflash Roma

Roma: Vasto Film Fest XX edizione

Mercoledì 5 agosto 2015 – ore 11
Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale
Via Tuscolana 1524, 00173 Roma
Interverranno:
Luciano Lapenna – Sindaco Comune di Vasto
Vincenzo Sputore - Vice sindaco e Assessore con delega al turismo e cultura Comune di Vasto
Michele D’Annunzio – Dirigente settore turismo e cultura Comune di Vasto
Marcello Foti - Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Gabriele Antinolfi - Direttore Cineteca Nazionale
Daniela Poggi – Conduttrice Vasto Film Fest
Stefano Sabelli – Direttore artistico Vasto Film Fest

Isola News

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico:Antonio Regine

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico: Antonio Regine

Ieri tutta l'isola d'Ischia, ma Forio in particolare ,ha avuto la brutta notizia della morte di antonio regine,grandissimo medico-pediatra e carissimo amico mio. E con questa lettera, desidero descrivere qualche aspetto meno noto di questo stimatissimo professionista che ha accompagnato la mia crescita professionale e cui sarò sempre grato per l'aiuto che mi ha dato in tante occasioni.

Leggi tutto...
Caro estinto e fermo posta mortuario al camposanto di Casamicciola PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CasamicciolaNews - Cronaca
Scritto da Ida Trofa   
Sabato 19 Aprile 2008 15:58

La storia infinita dei lavori di recupero del muro di cinta lato sud est

Caro estinto e fermo posta mortuario al camposanto di Casamicciola

Ancora polemiche per la sistemazione dei loculi e la realizzazione di  nuovi colombari. Dopo l’abbandono da parte della prima ditta vincitrice dell’appalto per la mancata disponibilità dell’area di cantiere, ora l’ente locale riaffida i lavori e passa alle maniere forti con l’effetto sorpresa. Staccati senza misure di sicurezza i cavi dell’impianto di lampade votive oggetto di contenzioso con i Punzo, si attende per cominciare a demolire le antiche nicchie. Sconosciuta ai più l’operazione.

Solo in pochi tentano di evitare la profanazione anonima di ossari e loculi rispondendo ai bigliettini sulle tombe con bigliettoni e scritte a pennarello sulle lapidi.

Una storia assurda ed annosa, una vergogna pubblica manifesta a tal punto da divenire indecente. La palese dimostrazione di come tutto debba esser fatto a tutti i costi e secondo i propri personali interessi dopo aver rotto le giarretelle e non essere più capaci di rimettere insieme i cocci! Un tira e molla che va vanti orami da quasi un decennio divenendo ogni anno che passa più torbido ed inaccettabile allorquando si è arrivati a mancare di rispetto persino ai nostri morti. Nel cimitero dovrebbe sorgere una mega struttura di oltre 6 metri d'altezza per sostituire le attuali antiche nicchie sottoposte a vincolo totale dalla Soprintendenza, della serie  "Qui non si riposa in pace" perché anche i morti traslocano passando dalle stelle alle stalle nel migliore dei casi. Visto che dalle nicchie ai loculi, dai loculi ai colombari, passando per la fossa comune, nel camposanto comunale si cerca una soluzione per recuperare spazi e per liberare il terreno da destinare a nuove sepolture senza però, stranamente, rivalersi sul terreno già espropriato e da annettere e dove continua la piantumazione da parte dei privati. Così dopo l’abbandono da parte della prima ditta vincitrice dell’appalto per la mancata disponibilità dell’area di cantiere occupata dai impianti d’illuminazione e quant’altro, ora l’ente locale riaffida i lavori e passa alle maniere forti tentando l’effetto sorpresa. Forse nella speranza di evitare un’altra scoppola finanziare nell’eventualità che la ditta appaltatrice chieda i danni per i ritardi causatigli. Sono stati pertanto staccati senza misure di sicurezza i cavi dell’impianto di lampade votive oggetto di contenzioso con i Punzo, lasciando al buio le zone per le quali i cittadini hanno già pagato il canone, tra l’altro non rispettando le prescrizioni previste affinché l’utenza frequenti il Camposanto senza correre il rischio di morire fulminato dalla corrente. Ora si attende per cominciare a demolire le antiche strutture sul muro di cinta in questione. Sconosciuta ai più l’operazione in pochi tentano strenuamente di evitare la profanazione anonima di ossari e loculi rispondendo ai bigliettini sulle tombe con bigliettoni e scritte a pennarello sulle lapidi che invitano ad informare i familiari dell’avvenuta apertura delle nicchie al fine di garantire e tutelare il rispetto dovuto ai defunti come previsto dalla legge. Insomma un fermo posta mortuario inaugurato a suo tempo dall’arch. Arcamone che con i post sulle tombe invitava a riesumare i resti ivi custoditi.
I lavori al muro di cinta lato sud est porteranno alla costruzione di n° 410 nuovi colombari. Di questi ne sono stati assegnati 214 colombari, il che testimonia che molti cittadini hanno già pagato per avere un posto al camposanto, un posto che non c’è. E, visto che questi soldi ormai già sono stati investi alla bisogna e la gente pressa per avere il prodotto acquistato, il comune avvisa che “un muratore e un giardiniere della Marina di Casamicciola” prenderanno le ossa di molti nostri concittadini e se non sapranno di chi sono le getteranno nella fossa comune. Quelli riconosciuti invece
saranno spostati nei loculi di disponibilità del Comune di Casamicciola Terme, attualmente vuoti, fino all’ultimazione dei lavori, e consegna dei colombari, e non oltre. Identificati! Ma allora che c’è a fare l’iscrizione sulle nicchie se non si sa chi è riposa all’interno? Ai termini di legge fa fede l’iscrizione! La dicitura è forse un pretesto per sbarazzarsi di ossari scomodi ed ingombranti di povera gente vissuta tanti anni fa o con i congiunti fuori sede che non possono sapere tutto quanto sta accadendo? Ad ogni modo gli interessati dovranno produrre autocertificazione ai sensi di legge, su apposito modello prestampato, nel quale dovranno dichiarare di essere proprietari o aventi diritto dei loculi in oggetto, e di compartecipare alle spese per un importo pari ad € 600,00 qualora la concessione novantanovennale non sia scaduta, e un importo pari ad € 1.900,00, qualora venga richiesta la proroga della concessione…quando si dice il Caro estinto!
Stando agli amministratori gli stessi saranno tramutati in colombari che avranno la capienza pari circa agli attuali pur non sapendo precisamente dove sarà posizionato, in alto in baso, a destra o a manca! Ovvero chi ha una nicchia già acquisita e pagata riceverà un colombaro e dovrà persino pagare di nuovo per riaverlo ristrutturato e chi non sa poi dove l'avrà, se in cima alla torre di babele o in basso a sinistra.
Nel caso in cui i detentori di vecchie concessioni non saranno identificati né gli stessi o loro eredi produrranno autocertificazione secondo le modalità di cui al punto precedente e nel caso di concessioni scadute, si procederà alla riassegnazione del colombaro ad altri richiedenti, e dunque si procederà a sfrattare chi aveva creduto di potere ivi riposare in pace e per giunta pagando il costo del ricovero.
L’importo da pagare per la nuova assegnazione di ogni singolo colombaro è pari ad € 1.900,00.L’istanza può essere presentata anche ad uso personale o dai parenti di defunti i cui resti mortuari sono temporaneamente ospitati presso altre nicchie presenti nel cimitero comunale di Casamicciola Terme. Ma l’Asl è informata di tutto questo? Il giardiniere ed il muratore incaricati dell’intervento hanno le competenze per fare tale lavoro? Ancora quanti loculi avrà a disposizione il comune di sua proprietà, loculi menzionati nella delibera? Quanti appartenenti a terzi saranno occupati con apposita ordinanza sindacale? Un dubbio lecito e spontaneo considerando che nel muro di cinta interessato dai lavori, le nicchie conterranno un centinaio di "occupanti" che sommati ai potenziali richiedenti per i quali è già decorso il tempo di sepoltura, arrivano ad una cifra di circa 300 spoglie da sistemare e conservare seppur in via temporanea... ma negli enti pubblici la temporaneità è certo l'aspetto maggiormente temibile e pericoloso. Dobbiamo forse preoccuparci sempre del pericolo temporaneità e ricorrere poi allo sfratto per restituire il bene all'originario proprietario? E poi se il comune ha i loculi, perchè con le stesse strutture non ha evaso molte delle pratiche già avanzate? Ancora perché alla fine degli anni ottanta, quando si ebbe la parziale ristrutturazione del camposanto e la costruzione di nicchie al lato sud, tali spazi furono preservati? Perché all'interno del cimitero, per l'ala in questione delle antiche sepolture esiste sul demanio comunale il vincolo totale della sovrintendenza ed inoltre, perché nella stessa molte delle spoglie depositate appartengono alle vittime del terribile terremoto del 1883, tra cui i familiari del venerabile parroco Morgera, forse a scongiurare la postilla della concessione 99ennale. A tutto ciò avrà pensato il tecnico progettista ed il responsabile del servizio? Chi tutelerà la nostra memoria ed i nostri defunti se questi sono i presupposti? Come mai nella risoluzione della problematica sollevata non si è spinto per l'acquisizione definitiva dei terreni sottostanti il confine sud e già espropriati? Quali gli interessi di sorta, visto che in quei terreni da annettere si è tornato a piantumare e seminare? E per il futuro si dovrà temere la paventata "esumazione coatta", messa in opera dall'ente con apposita ordinanza sindacale? Speriamo che il sindaco D’Ambrosio riesca almeno a dare dignità ed onore a quei resti che si vuole riportare alla luce per eseguire dei lavori che certamente sono divenuti improcrastinabili.

 

Commenti
Nuovo Cerca RSS
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Marzo 2009 18:56
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Ulti Clocks content
Cerca nel sito
Ultimi Eventi
Eventi
<<  Ottobre 2019  >>
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Cronaca News
Economia News
Politica News
Mondo News
Musica News
FotoGallery
Archivio