Home ForioNews Trasporti Forio: 9 settembre 2012 - Lettera aperta al giornalista Gaetano Ferrandino per un suo scritto su il Golfo dal titolo “ la gara Caremar apre una nuova era”
23 | 10 | 2019
Isole News
Piemonte News
Friuli Venezia Giulia News
Trentino AltoAdige News
Abruzzo News
Umbria News
Liguria News
Lombardia News
Toscana News
Veneto News
Emilia Romagna News
Marche News
Campania News
Lazio News
Puglia News
World News
Ricerche Storiche
Annunci Gratuiti
Music Story
OnLine
 2638 visitatori online
Web Link
Newsflash Napoli

Napoli: Serie b2 maschile girone g

Esordio vincente per il Rione Terra Pozzuoli Volley che espugna il campo della Virtus Tricase Volley nella prima di campionato di serie B2. La squadra di coach Costantino Cirillo è stata fin dall'inizio attenta e non ha lasciato scampo agli avversari determinata di centrare il successo. L'1-3 come risultato finale lascia ben intendere cosa i gialloblù hanno speso sul parquet in terra pugliese. Il primo set è equilibrato con il Rione Terra che riesce a mettere a terra nel finale i punti decisivi vincendolo per 21-25.

Newsflash Ischia

Ischia: Per la prima volta all'isola d'ischia il servizio di Ischiawifi internet e telefonia Voip 24/24. Call Center 19301328

Ischia Wifi è un servizio di connettività Internet e telefonia VoIP, messo a disposizione dell’utenza tramite WADSL (Wireless ADSL). L'azienda nasce da un accurato studio ed esperienza del mercato wireless in tutti i suoi aspetti più ragionevolmente conosciuti come la diffusione di Internet ad alta velocità (banda larga) in ambienti circoscritti che siano aperti, come valli, comuni o intere città, oppure per ambiti più ristretti come piazze, locali, attività ricettive e commerciali fino ad arrivare a fornire un servizio di tipo residenziale con inclusa telefonia VoIP.

Newsflash Capri

Capri: Capri watch, domani a Napoli cocktail con Veronica Maya per Millefiori triplo brindisi per il brand che inaugura cosi' il primo flagship store partenopeo

Triplo brindisi per Capri Watch domani sera a Napoli con Veronica Maya, testimonial femminile del brand e madrina dell’evento con cui l’azienda di orologeria glamour in un colpo solo festeggerà con i suoi fedelissimi il Natale ormai alle porte, certo, ma anche due eventi molto attesi da tutti i suoi fan: l’inaugurazione del primo flagship store partenopeo, in piena via Filangieri, e la presentazione in anteprima della nuovissima collezione “Millefiori” con cui l’azienda intende accompagnare le ore dei trend addicted internazionali per tutto il 2015.

Newsflash Casamicciola

Casamicciola: Sabato 5 luglio 2014 alle ore 11 al Capricho de Calise in Piazza Marina di Casamicciola Terme, su invito del Sindaco Giovan Battista Castagna

si incontreranno i Sindaci dei Comuni delle isole Ischia,Procida e Capri
ed il Sindaco di Napoli, nella qualità di prossimo Sindaco dell’Area Metropolitana,
per confrontarsi sul da farsi per dare assetto e dignità al trasporto marittimo.

Newsflash Roma

Roma: Vasto Film Fest XX edizione

Mercoledì 5 agosto 2015 – ore 11
Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale
Via Tuscolana 1524, 00173 Roma
Interverranno:
Luciano Lapenna – Sindaco Comune di Vasto
Vincenzo Sputore - Vice sindaco e Assessore con delega al turismo e cultura Comune di Vasto
Michele D’Annunzio – Dirigente settore turismo e cultura Comune di Vasto
Marcello Foti - Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Gabriele Antinolfi - Direttore Cineteca Nazionale
Daniela Poggi – Conduttrice Vasto Film Fest
Stefano Sabelli – Direttore artistico Vasto Film Fest

Isola News

Forio: Alle Votazioni ... ecco le liste

Forio: Alle Votazioni ... 20 Liste presentate a Forio !!!

Sono nove le liste a sostegno della candidatura a sindaco di Forio di Francesco Del Deo

Leggi tutto...
Forio: 9 settembre 2012 - Lettera aperta al giornalista Gaetano Ferrandino per un suo scritto su il Golfo dal titolo “ la gara Caremar apre una nuova era” PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
ForioNews - Trasporti
Scritto da Nicola Lamonica   
Mercoledì 12 Settembre 2012 07:30

Forio:  9 settembre 2012 - Lettera aperta al giornalista Gaetano Ferrandino per un suo scritto su il Golfo dal titolo “ la gara Caremar apre una nuova era”

e sul titolo in un certo senso forse possiamo essere d’accordo; ma l’articolo fa rabbia poiché va oltre la disamina del contesto e dei fatti ed esprime una ineluttabilità di un evento che a dire del giornalista è necessario e senza “ inversione di rotta”. Un articolo che esprime rassegnazione e curate  riflessioni  che rientrano nella logica di un liberismo economico “ tocca sano” in contrasto con il grande valore civile e sociale che ha caratterizzato la legge 169/75 istitutiva della Caremar; una scelta d’indirizzo, quella della privatizzazione, che cozza oltretutto contro la volontà popolare referendaria antiprivatistica confermata dalla recente sentenza della Corte Costituzionale per quanto riguarda la gestione dei servizi che tutelano beni collettivi.

Caro Gaetano, mi riferisco al tuo scritto su “ il golfo” dell’ 8 settembre ma il mio dire va oltre e si rivolge anche alle addormentate nostre istituzioni locali, alle maggioranze ed alle opposizioni , ai  Sindaci delle isole del Golfo di Napoli che stanno tradendo il loro ruolo non solo perché col loro silenzio esprimono un nullismo politico estremamente dannoso per la collettività ma anche perché un fatto così serio, qual è il dopo Caremar, che investe il nostro futuro e la programmazione economica e di sviluppo anche civile delle nostre comunità rimane privo del dibattito politico e delle conclusioni dei singoli Consigli Comunali. Un’area di stagnazione e di interessata rassegnazione sta emergendo nella società ed il Tuo articolo contribuisce a dare forza ad essa poiché non stimola riflessioni sui tanti perché di una vicenda assai torbida che parte da lontano, quando i nostri armatori locali invece di attuare pienamente il loro compito di imprenditori trovano il tempo d’impugnarono davanti alla Comunità Europea il ruolo sociale e politico della Caremar  tacciando come aiuti indebiti quelli destinati alla Caremar ; contributi che oggi, a privatizzazione avvenuta, non disdegnerebbero.
Ho letto il Tuo articolo e con maggiore convinzione Ti dico che sono contrario alla privatizzazione della Caremar e, per le argomentazioni che ti offrirò, non penso di poter essere tacciato di nostalgico anche perché di questa Caremar delle ultime ore - per la gestione  fallimentare che presenta e per la volontà politica regionale che la sostiene e caratterizza - prima ce ne sbarazziamo e meglio è; ma questo non significa certamente cederla ai privati! Un profondo rinnovamento strutturale e gestionale va ricercato ( sempre nei confini del pubblico ! ) per garantire alle comunità isolane certezze e diritti: i servizi minimi per le loro esigenze di mobilità e di lavoro e di studio e per gli approvvigionamenti dei beni di prima necessità; i servizi energetici e di trasferimento dei “ rifiuti “ che oggi sono nelle mani monopolistiche dei privati, privi di concorrenza con grossi risolti economici ai danni delle comunità isolane; un mercato, quest’ultimo, per il quale nessun intervento liberatorio è in programma!
Parecchie sono le cose che non dici e molte le inesattezze che riporti tanto da lasciare l’impressione che l’articolo - che cade a ridosso di qualche iniziativa istituzionale locale, sia pure appena tiepida – sia stato pilotato ( non dico commissionato! ) perché l’evento del 21 settembre venga accettato come liberatorio e salvifico di una situazione di sfascio che guarda bene la si vuole attribuire al soggetto e caso mai ai lavoratori marittimi e mai a chi l’ha determinata.  Conoscendoti, però, non ho dubbio che nulla di cui sopra Ti appartiene e che, per fretta, abbia prevalso solo la Tua carenza di riflessione critica e di informazione.
Ma entriamo nel merito. Intanto la svolta che tu chiami rivoluzionaria io la definirei più propriamente involutiva  perché essa asnnulla i riconosciuti sani principi della Legge 169/75  ed i subentranti armatori, anche  i più illuminati ed umani che il mercato ci offre, certamente non farebbero quei servizi che oggi la Caremar fa perché colpiti da spirito francescano.  E’ bene che i Tuoi lettori sappiano qualcosa in più sulla vicenda economica che sta alle spalle dell’eventuale nefasto evento dell’apertura delle buste previste per il 25 settembre prossimo. La società Caremar viene valutata e messa in gara per 6 milioni di euro al rialzo ( dico sei milioni! ), di contro i subentranti avrebbero il contributo statale annuo di circa 20 milioni ( dico circa ventimilioni! ) oltre i proventi dall’attività ( che nel bilancio 2011 sono registrati  con una cifra che supera i 21 milioni ! ) per un saldo tra entrate ed uscite che sicuramente nel primo anno d’esercizio supererebbe i 35 milioni di euro a cui andrebbe sottratto il debito sommerso, salvo  la costituzione di una bad company  come è avvenuto in altre analoghe circostanze che assegnerebbe alla collettività  tale addebito. Per gli anni successivi, e quindi per ben otto anni,  i privati godrebbero di entrate che al minimo sono di circa quaranta milioni, così come oggi sulla carta ha la Caremar. Con la privatizzazione, si ha pertanto, solo un passaggio di proprietà dal pubblico ai  privati con tutti i problemi che la gestione comporta ( penso al rinnovamento della flotta! ) ed i privati per guadagnare di più già li vedo protagonisti negli uffici  regionali e ministeriali ad adoperarsi per ridurre lo spazio del pubblico pur conservando i contributi, per rafforzare la loro presenza nei servizi residuali, per darsi da fare per alzare le tariffe dei servizi OSP e, nel contempo, ridurre i diritti sindacali e le tabelle di armamento a tutto discapito della qualità, della mobilità e della sicurezza degli utenti, parametri costantemente garantiti dalla Caremar.
 Il Tuo articolo, caro amico giornalista, crea problemi anche per quanto riguarda la fiducia che hai nel futuro per gli altri servizi OSP  nel momento in cui  parli di regole nuove ( come se in questi anni non ce ne siano mai state! ) e nulla dici circa la necessità di assegnare le linee mediante gara europea. Oggi i nostri armatori privati, al contrario della Caremar che è espressione di una volontà parlamentare, godono di un privilegio che limita il mercato non previsto da normative sia locali che europee.  Di che regole parli quando abbiamo assistito in questi anni, a far data dalla legge regionale 3/2002 messa subito sotto i piedi da un esecutivo regionale, ad accaparramenti di linee in cambio di atti di sottomissione mai pienamente sostenuti nel tempo, a serrate mai condannate, a ricatti inaccettabili ed a furbizie di bassa lega come l’ultima quella delle corse serali Gestur da e per Pozzuoli  e Napoli che a distanza di oltre un mese dall’assegnazione per gara ancora ci vengono negate e tutto ciò avviene nella piena disponibilità, se non complicità, di una Regione Campania che si avvita sempre più su se stessa?
Caro Gaetano, hai l’intelligenza e la forza morale per dirla tutta sui trasporti marittimi, non lasciarti pertanto condizionare da frasi fatte e notiziole da corridoio  e studia ed indaga come un bravo giornalista fa quando vuole superare la semplice cronistoria della cronaca e vuole invece guardare oltre l’evidente, per assolvere pienamente al suo ruolo professionale. Gli elogi a tizio e a caio trovano il tempo che trovano e sulla vicenda Siremar / Compagnia delle Isole molto ancora c’è da scoprire e da scrivere se andiamo a verificare la sua composizione strutturale ( che comunque è a partecipazione regionale ) e le società a scatole cinese che ne sono coinvolte;  e le sorprese non mancheranno e tanti silenzi anche locali allora avranno per Te e per i Tuoi lettori un’altra lettura; se vuoi in questa direzione molto cammino potremmo fare insieme! Me lo auguro per il bene che insieme vogliamo alla verità ed alla nostra collettività. Ti abbraccio fraternamente,
Nicola Lamonica

Commenti
Nuovo Cerca RSS
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Settembre 2012 10:30
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Ulti Clocks content
Cerca nel sito
Ultimi Eventi
Eventi
<<  Ottobre 2019  >>
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Cronaca News
Economia News
Politica News
Mondo News
Musica News
FotoGallery
Archivio